Elaborati Scuole Superiori

Bruni Elisa (Prato) - LETTERA INTERPLANETARIA

 

Cara sorella di Marte,
ho appena saputo che anche il vostro pianeta, proprio come il mio, può ospitare forme di VITA; per questo motivo non ho perso tempo e subito vi ho scritto per informarvi del mio interesse nei vostri confronti. Ah, scusatemi, intanto mi presento, sono Fifi 553 BB: una cellula eucariota, che vive in un organismo umano. Suppongo che voi non sappiate cosa sia una cellula e come sia costituita, perché su Marte ci sono ancora soltanto le prime forme di vita, mentre noi ci siamo già EVOLUTE e adesso siamo molto più complesse e organizzate rispetto all’inizio. Innanzitutto il mio soprannome “Fifi” deriva da: fibro-cellula, le cellule del sistema muscolare, invece il mio numero 553 seguito da BB sta ad indicare che sono la cinquecentotreesima cellula del bicipite bronchiale. Io e le mie numerose compagne svolgiamo insieme una funzione importantissima: costituiamo l’unità fondamentale della vita. Noi cellule possiamo considerarci le creatrici del mondo attuale, le responsabili dell’EVOLUZIONE della SPECIE e, di conseguenza, del mondo.
In principio esistevano solo cellule pro-cariote, le quali formavano organismi anaerobici, capaci, cioè, di vivere anche senza ossigeno, poiché, all’inizio del mondo, non c’era l’atmosfera attuale. Successivamente, attraverso lenti processi, siamo riuscite a trasformarci e a progredire e, seppur sempre piccole, siamo diventate più complesse e meglio strutturate. Ora vi voglio invece spiegare come siamo organizzate internamente e quanto sia notevole il nostro livello di specializzazione…(ciò non significa che disprezziamo la vostra semplice struttura, ma che siamo disposte a confrontarci e a indirizzarvi verso il vostro futuro sviluppo!!!).
Abbiamo una membrana plasmatica, “citosol”, “citoscheletro” e delle strutture interne, ma la più importante ritengo che sia il nucleo, il quale contiene il DNA, un acido nucleico, nel quale sono immagazzinate tantissime ed utili informazioni. La caratteristica interessante delle informazioni contenute nel DNA, è che esse si EREDITANO tutte dal ceppo familiare. Per farvi comprendere meglio vi porto un ESEMPIO: la mia membrana plasmatica è, sfortunatamente, brufolosa e, questa caratteristica, l’ho ereditata da mia nonna, la quale l’aveva IDENTICA a me e…vi confido un segreto: la mia ava, aveva imparato a curarla con olio e aceto mischiato al limone…il miscuglio era davvero una cura ottimale. Comunque, questo DNA, l’ho visto sul libro di scienze di mio figlio Fifi 554 BB: la sua struttura a spirale è davvero mozzafiato…sembra un lecca-lecca attorcigliato!!!
Ma, voglio tornare a focalizzare il mio discorso sulla nostra funzione nel mondo: siamo infatti la base di qualsiasi essere vivente presente sulla terra, ANIMALE o VEGETALE, piccolo o grande, semplice o complesso; possiamo essere paragonate a tanti minuscoli tasselli di un gigantesco mosaico: come ogni piccolo pezzo ha il proprio colore e, quindi, una determinata funzione all’interno dell’insieme, così, ogni piccola cellula, ha uno specifico compito all’interno dell’organismo.
Come questi tasselli, le cellule hanno, quindi, un ruolo fondamentale, perché costituiscono l’organismo di un INDIVIDUO. Nonostante sia un’entità minuscola, mi sento indispensabile e importante perché la mia funzione non può essere svolta da nessun altro. Sono molto interessata al fatto che voi comprendiate chi siamo e soprattutto quali compiti vengono svolti da noi cellule, questo perché sono convinta che voi siate il futuro del mondo.
Per questo motivo prendete coscienza delle vostre potenzialità perché penso che quando sarà finita la vita sulla terra, inizierà su un nuovo pianeta, proprio come il nostro.
Sulla terra la vita è partita dalla presenza di piccole cellule pro-cariote e anche sul vostro pianeta inizierà da voi.
Concludendo, mi farebbe molto piacere se mi inviaste una vostra risposta scrivendomi di voi, proprio come ho fatto io!!!
Ricordate che voi avete nelle vostre mani…THE FUTURE OF THE WORLD.
 
 
Elisa Bruni
16 anni
Classe III A
Convitto Nazionale “Cicognini” - Prato
INSEGNANTE (Materie Letterarie): Monica Bresci
INSEGNANTE (Materie Scientifiche): Carla Bellucci