Elaborati Scuole Medie

Vitale Andrea (Palermo) - LE TARTARUGHE

 

Le tartarughe sono fra i rettili più antichi. Le prime vivevano già al tempo dei dinosauri. La loro EVOLUZIONE è stata piuttosto limitata, infatti gli esemplari di oggi sono molto SIMILI a quelli vissuti nell’antichità. Sono rettili dotati di scheletro e di colonna vertebrale. Fra tutte le SPECIE distinguiamo due grandi GRUPPI: le tartarughe di terra e le tartarughe di mare. Le tartarughe di terra sono più grandi e lente, mentre le tartarughe di mare hanno un CORPO affusolato e idrodinamico.
 
Le zampe delle tartarughe di terra sono grandi e massicce, quelle delle tartarughe di mare sono vere e proprie pinne.
 
La cosa che accomuna tutte le tartarughe è il guscio. Serva a loro come difesa delle parti molli del corpo. Il guscio è un osso della tartaruga attaccato al resto del corpo grazie a due ossa che lo sostengono e lo fanno stare fermo. Esso è diviso in varie parti: lo strato esterno (dove vi sono le scaglie), lo strato osseo interno e il carapace. Il guscio è già formato alla nascita. Esistono moltissime specie diverse di tartarughe con caratteristiche differenti; colpisce infatti la DIVERSITà fra un esemplare e un altro. Fra alcune specie la FORMA del corpo è simile. Le tartarughe sono fra gli animali più longevi al mondo. La loro VITA può raggiungere o superare i 150 anni.
 
Le tartarughe di terra sono ANIMALI troppo lenti per inseguire delle prede, quindi la loro alimentazione si basa sul CIBO VEGETALE (piante, arbusti, cespugli, vegetali vari, etc.). Le tartarughe di acqua dolce, invece, nei primi anni di vita si cibano di insetti acquatici e, crescendo, di piante acquatiche. Le tartarughe di mare adulte si cibano di alghe o di meduse.
 
Nella stagione degli amori i maschi si mettono in COMPETIZIONE fra loro per una femmina, e quando l’hanno trovata si accoppiano. Tutte le tartarughe, sia quelle di terra che quelle d’acqua, depongono le proprie uova sulla terraferma. Le femmine scavano delle buche nel terreno (le tartarughe di mare sulla spiaggia) e vi depositano le uova, nascondendole così ai predatori. Le tartarughe di mare sono famose per il fatto che abbandonano le uova dopo pochissimi giorni e i piccoli appena nati devono arrivare da soli al mare, sperando solo di non essere divorati da gabbiani o dai granchi. Una delle principali cause di morte delle tartarughe è l’inquinamento. I sacchetti di plastica vengono scambiati dalle tartarughe di mare per meduse, vengono ingoiati e provocano il soffocamento. Molte tartarughe muoiono, invece, perché vengono usati i loro gusci come materia prima per fare accessori di moda ed altri oggetti (cornici, portagioie, etc.).
 
La tartaruga è molto amata ed apprezzata soprattutto dai bambini come animale domestico e da compagnia. 
 
 
 
 
Andrea Vitale
Anni 11
Classe I A
SMS “A. Gentili” - Palermo
INSEGNANTE (materie letterarie): Franca Gentilini