Elaborati Scuole Medie

Turrisi Federica (Roma) - LA CHIAMATA DAL FUTURO

 

Non avrei mai pensato di poter parlare con persone che non sono ancora vissute né, tanto meno, di scoprire un discendente di Charles Darwin. Tutto questo è stato possibile alzando la cornetta del telefono…strano vero?
Dapprima ero spaventata. Quando alzai la cornetta, infatti, sentii subito degli strani rumori, poi la voce di un uomo che disse: “salve con chi ho il piacere di parlare?”
Io ero incredula: “no scusi, sarei io a dover chiedere, è stato lei a chiamare!
A questo punto l’uomo, stranamente perplesso, rispose “Ah, mi scusi, io sono James, James Darwin e chiamo per un teletrasporto negli “Stati Legati di Giove”, per caso ho sbagliato numero? – io ero sconvolta: “Stati Legati di Giove”? Teletrasporto? Ma questo tizio mi stava prendendo in giro? “No scusi, ma lei ha voglia di scherzare? Queste cose non si sono mai sentite! Non sarà uno di quegli stupidi scherzi telefonici?”
James rimase in silenzio per un attimo e poi disse: “Aspetta, ma tu…tu in che anno vivi?” – ora pensavo veramente di essere al telefono con una persona totalmente matta. “Nel 2009 – risposi – come tutti o, almeno, come tutte le persone normali. Lei deve vivere per forza nell’anno in cui vivo anche io!”.
James allora scoppiò in una fragorosa risata e poi in un sospiro carico di entusiasmo: “ma allora è proprio come immaginavo! Piacere, tu devi essere Turriti Federica”. Ma come faceva a conoscere il mio nome?
“S…si” – risposi.
“Sono stupefatto! L’ESPERIMENTO che avevo provato e riprovato mi è riuscito – disse, e poi continuò – cara Federica, ti spiego: io sono un lontanissimo parente del famoso naturalista Charles Darwin nato 200 anni prima del 2009; io invece, vivo nel 3009 e ti cercavo per informarti su alcune scoperte che avverranno tra mille anni”.
Non sapevo più che dire e che fare, ma qualcosa mi diceva che quell’uomo parlava seriamente. Non capivo, però, il perché avesse scelto me. Iniziai, comunque, a fargli delle domande. “Allora, mi dica, lei ha scoperto qualcosa di particolarmente rilevante?”.
Lui, con la voce piena di orgoglio disse: “sono contento che ti interessi a questo esperimento; allora, come ben saprai, il mio antenato Charles, ha scoperto e classificato molte SPECIE ANIMALI che tu conosci. Io che vivo 1200 anni dopo di lui, ho scoperto diverse specie di extraterrestri, CATALOGATE in diversi GRUPPI e sottogruppi, in base alla loro dieta, il posto in cui vivono; se hai studiato la TEORIA del mio antenato, noterai una certa ANALOGIA con la mia. Però ci sono anche molte differenze. Hai domande fin qui?”
Rimasi a bocca aperta per le cose che aveva detto e molto affascinata, ma pensai ugualmente a qualcosa di interessante da chiedere; purtroppo dissi la prima cosa che mi passò per la mente: “Ehmm…quante razze di alieni esistono?” – e James rispose: “io ne ho scoperte circa 1200, ma molte sono SIMILI. La più diffusa è quella marziana, come il personaggio di E.T.. Un’altra è quella plutoniana. I plutoniani hanno anche il potere di TRASFORMARSI in ciò che vogliono…c’è una RAZZA che è a rischio di ESTINZIONE, quella umana!”
Ero perplessa. “Ma come? Lei ed io siamo a rischio d’estinzione?”
Questa volta James rispose con tono malinconico: “si perché quello che voi avete fatto ha influenzato anche noi che siamo vissuti dopo. L’unica condizione per cui noi potremmo ancora SOPRAVVIVERE è che voi rispettiate la natura e non sprechiate le RISORSE essenziali come l’acqua; in caso contrario, la razza umana, la più evoluta ed intelligente, rischia di scomparire per sempre…ora mi vorrai scusare ma devo uscire di corsa, ricordati sempre quello che ti ho detto”.
Io, allora, salutai e attaccai il telefono. Quello strano uomo mi aveva fatto riflettere molto, anche se non sapevo se si trattasse di uno scienziato oppure no. Comunque mi aveva fatto ragionare sulla grave condizione del nostro pianeta e mi aveva spiegato cose che non avrei mai immaginato. 
 
Federica Turrisi
12 anni
Classe II B
I.C. “A. Rosmini” - Roma
INSEGNANTE (materie letterarie): Alessandra Sini
INSEGNANTE (materie scientifiche): Carmela Morsella