Elaborati Scuole Medie

Amerini Martina, Breschi Sara (Vaiano, PO) - L’UOMO DELLA SCIENZA

Duecentenario della nascita di Darwin: la sua vita, le sue scoperte scientifiche

La vita di Charles Darwin fu caratterizzata da viaggi di esplorazione e studi approfonditi, testimoniati nel volume “L’origine delle specie”.
Siamo ormai nel 2009 e diventa per noi tappa obbligatoria celebrare i 200 anni dalla nascita di Darwin.
Darwin nacque a Shrewbury, il 12 febbraio 1809. Fu biologo, geologo, zoologo britannico; diventò famoso per aver formulatola teoria dell’evoluzione delle specie animali e vegetali, in cui parlava per la prima volta di selezione naturale e di mutazioni congenite ereditarie.
Con la sua scoperta rivoluzionò il pensiero del tempo sull’origine e sull’evoluzione della vita sulla Terra, suscitando le critiche dei tradizionalisti e in particolar modo del mondo cattolico.
Darwin conosceva molto bene il pensiero della chiesa in proposito: aveva frequentato una scuola anglicana e studiato teologia; leggeva spesso la Bibbia e in gioventù avrebbe voluto diventare prete.
A causa del contatto con la natura e degli studi scientifici abbandonò tuttavia questa idea e iniziò a studiare in modo più approfondito le scienze. È questo che lo porta a viaggiare per il mondo, e ad accorgersi del ruolo fondamentale della genetica nei mutamenti dei viventi.
Nel giorno della celebrazione della sua nascita, è opportuno ricordare anche il suo libro più importante, “L’origine delle specie”.
Quest’opera, pubblicata per la prima volta il 24 novembre 1859, rimane una base scientifica importante tutt’oggi. Questo testo parla di selezione naturale e di trasmissione di caratteri ereditari nella lotta per la sopravvivenza. È qui che Darwin enuncia per la prima volta, in modo chiaro e strutturato, la propria teoria sullo sviluppo delle specie per mezzo di un processo di selezione naturale, il tutto supportato da prove scientifiche accumulate dal biologo durante il suo lungo viaggio a bordo del Beagle. Tale scritto, accessibile per semplicità anche alle persone che non erano degli studiosi di scienze, mise in crisi le più tradizionali teorie del Creazionismo (teorie basate sulla convinzione che le specie viventi erano create da Dio e non da un’evoluzione di specie primarie) e suscitò perplessità e critiche in chi decise di osteggiare Darwin per motivi religiosi.
Oggi, tuttavia, vogliamo lasciare in disparte ogni polemica e rendere solamente omaggio a un grande uomo di scienza.
 
Martina Amerini e Sara Breschi
12 anni
classe II A
Media L. Bartolini - Vaiano (PO)
INSEGNANTE (materie letterarie): Sara Cenatti
INSEGNANTE (materie scientifiche) Elisabetta Pampaloni